estratto del capitolo XIV – Un nuovo sole

(Un sopravvissuto alla bomba atomica su Hiroshima racconta la sua allucinante esperienza).

Akihiro riprese il racconto.

«La bomba esplose prima di toccare il suolo. Una intensa luce squarciò il cielo e un’onda d’urto spaventosa mi investì scagliandomi lontano. Quando mi rialzai, le case e gli alberi intorno a me non esistevano più. Solo macerie, fumo e fiamme, ovunque girassi lo sguardo. L’aria era bollente, irrespirabile. Sopra la città comparve un enorme anello di fuoco al centro del quale si materializzò una sfera bianca che continuò a crescere finché non toccò l’anello. Allora esplose tutto e un grande fungo di fuoco svettò nel cielo per centinaia di metri. Sembrava nascesse un nuovo sole».

«Voi che ferite riportaste?» chiese Salim.

«La pelle, bruciata, si sollevò e accartocciò prima di staccarsi del tutto appena la toccavo con le mani. Il sangue mi rigava il corpo e il volto. Avevo la gola e il petto arsi dalla sete, gli occhi rossi, la vista appannata, i capelli bruciati. Addosso non avevo più vestiti né scarpe ai piedi. Vagavo incredulo, guardandomi intorno. Dappertutto macerie, vetri rotti, frammenti di porte e finestre, mobili in fiamme, fili e pali di corrente elettrica divelti, solai e tetti diroccati, alberi sradicati e bruciati. Non c’erano più case né strade. Solo mucchi di macerie, come negli incubi più bui. Nell’aria c’era odore di carne bruciata, polvere, calcinacci, gas e fumo. Le sirene suonavano senza sosta, impazzite. Il fumo e la polvere nascondevano il cielo. Ovunque volgessi lo sguardo lo spettacolo non mutava. Solo distruzione e morte».

«E le altre persone?» chiese Morgan.

«Centinaia di uomini e donne, con i volti edematosi, urlavano disperati chiedendo aiuto. I bambini piangevano e invocano le mamme. Scuoiati vivi dall’esplosione, la pelle cadeva loro a brandelli scoprendone le carni rosse e sanguinanti. Tra le macerie imbrattate di sangue c’erano centinaia di corpi carbonizzati, dilaniati dallo scoppio della bomba e dai crolli dei palazzi. Brandelli di organi umani erano sparsi dappertutto. Qualche sopravvissuto, nonostante fosse ferito, scavava disperatamente tra le macerie con le mani per liberare parenti e amici rimasti sotto le pietre. E le sue urla disperate riempivano l’aria, unite a quelle di dolore dei feriti che chiedevano aiuto. Fiamme, polvere, fumo, morte e distruzione ovunque guardassi. Era l’inferno su questa terra».

 

Immediatamente disponibile

su Amazon, Mondadori, Kimeric

https://www.amazon.it/dp/8893751496/ref=sr_1_1…

https://www.amazon.it/Finch%C3%A9-torner%C3%A0-ancora-lalba-Giuseppe/dp/8893751496/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1512233811&sr=8-1&keywords=finch%C3%A8+torner%C3%A0+ancora+l%27alba

http://www.mondadoristore.it/Finche-tornera-ancora-l-alba-Giuseppe-Rossi/eai978889375149/

http://www.kimerik.it/SchedaProdotto.asp?Id=2521

http://www.mondadoristore.it/Finche-tornera-ancora-l-alba-Giuseppe-Rossi/eai978889375149/

https://www.youtube.com/watch?v=fHHbgw88kZg